TECNOLOGIA

Qcanter permette attraverso l’espressione elettromagnetica e sonora prodotta dagli smartphone – modulata per mezzo di pacchetti discreti di quanti – di indurre su alcune componenti molecolari del vino un’azione simile alla decantazione o scaraffamento. La tecnologia alla base dell’app Qcanter induce l’ossidazione in modo selettivo dei tannini presenti nel vino e simultaneamente la riduzione (antiossidazione) di tutti gli altri polifenoli, rallentandone il processo ossidativo. Tutto questo consente di poter degustare in 2-3 minuti un vino che avrebbe dovuto decantare (scaraffare) per qualche ora, mantenendo il più possibile inalterate le caratteristiche antiossidanti dei polifenoli.

Si potrà quindi massimizzare le proprietà benefiche del vino rosso riducendo la componente allappante.

Per quanto riguarda il vino bianco, i segnali elettromagnetici modulati dall’app inducono un’ossidazione selettiva dei solfiti, riducendone l’espressione.

La tecnologia funziona in modo simile alle comunicazioni cellulari wireless: anche in tale caso, il segnale elettromagnetico che viaggia attraverso l’aria viene modulato al fine di convogliare l’informazione della voce.

L’effetto sorprendente e divertente di Qcanter è far assaggiare il proprio vino ai commensali e viceversa, confrontandolo anche con quello non decantato a mezzo app e creando così un’atmosfera giocosa ed un’esperienza memorabile.

Hai già “Qcantato” il tuo vino oggi?